In questo articolo si parla del significato di un ebook, dei suoi vantaggi, quando si è diffuso l’ebook,  andamento degli e-book in Italia, caratteristiche di un formato epub

Cos’è un ebook: significato

E’ un libro in formato digitale, che si può leggere con un apposito dispositivo e-reader.

Gli ebook, abbreviazione di electronic book, sono dei file che contengono al loro interno dei libri (comprensivi di testi, immagini, tabelle e quant’altro) riproducibili su vari tipi di dispositivi.

Un e-Book è una pubblicazione digitale, un file, caricabile e scaricabile dal web, fruibile in qualsiasi luogo tramite supporti appositi: le principali case editrici ormai offrono ai lettori anche libri in formato digitale, con dispositivi di lettura hardware e software che permettono non solo la lettura del libro, ma anche la personalizzazione dell’ambiente di lettura (aggiunta di note, segnalibri e creazione di vere e proprie librerie digitali). Ciò vale non solo in ambito editoriale: sono molte le realtà aziendali che scelgono di pubblicare e diffondere i propri materiali (manuali, saggi, ma anche pubblicazioni scientifiche, didattiche e scolastiche) in formato digitale.

Vantaggi degli ebook

  • Portabilità. Gli  ebook possono letti negli e-reader, se ne possono inserire molti, e puoi portare con te una vastità di ebook in un solo device.
  • Spazio. Gli ebook in generale non occupano molto spazio all’interno di e-reader, dipende tutto dalla quantità delle informazioni, immagini, note che inseriamo in un ebook. È bello avere delle librerie in casa, ma c’è anche chi ha problemi di spazio. Gli ebook permettono di risolvere questo problema.
  • Problemi di vista. Gli ereader permettono di ingrandire i caratteri. Inoltre quelli che usano l’inchiostro elettronico non creano problemi alla vista. Gli ebook si possono leggere anche di notte, grazie alle luci laterali dell’e-reader che non creano alcun problema agli occhi.
  •  Prezzo. Gli ebook in genere costano di meno. Se fosse prevista anche l’IVA agevolata al 4 per cento e non al 23, come avviene per i libri di carta, forse costerebbero ancora me
  • Ecologia. Gli ebook non inquinano: l’ecologia è una motivazione ricorrente tra gli appassionati di ebook ed è infatti richiamata da molti lettori
  • Lingue straniere. Per chi si vuole lanciare nella lettura in lingua originale, gli ebook sono una risorsa, grazie al dizionario integrato che permette di aprire un pop-up con la definizione su ogni parola dubbia.
  • Libri gratuiti. Online si trovano moltissimi libri gratuiti (e legali), molti sono di pubblico dominio. Ci sono ad esempio risorse come liberlibri. Ma anche sul portale OpenEdition se ne trovano molti gratuiti. Recentemente sono nate anche piattaforme come Bookolico che offriranno un accesso in streaming su abbonamento.
  • Ricerche. Su un dispositivo e-reader è possibile fare ricerche specifiche su quante volte è stato utilizzato uno specifico termine oppure cercarne il significato in dizionari già inclusi nel dispositivo. Amazon ha riportato che l’85% dei lettori ricerca parole nel dizionario durante la lettura.

Quando si è diffuso l’ebook

La nascita vera e propria dell’e-Book è databile al 1971 con il Progetto Gutenberg, lanciato da Michael S. Hart.

Anno dopo anno gli editori hanno deciso di investire sempre più nel digitale, allargando l’offerta dei titoli pubblicati alla Rete con gli e-book: la percentuale di opere pubblicate a stampa disponibili anche in versione digitale è passata infatti in soli due anni dal 35,8% nel 2016 (circa 22 mila titoli) a quasi il 40% del totale delle opere librarie stampate nel 2018 (più di 30 mila titoli).

Questo, almeno, quanto rilevato dall’indagine Istat “Editori e libri nello scenario del Covid-19”.

Come vanno gli ebook in Italia

Negli Stati Uniti, gli ebook hanno registrato una crescita del 3,4%, e questo incremento ha contribuito a dare una spinta a tutto il comparto.

Nel nostro Paese gli ebook, pur apprezzati, non riescono a decollare, come ha confermato il rapporto Censis . Nel documento si evidenzia che solo il 42,9% degli italiani ha letto almeno un libro cartaceo in un anno e il 9,6% almeno un ebook.

L’editoria digitale resta comunque un mercato marginale: per il 94% degli editori tutti i prodotti digitali  incidono meno del 10% sul fatturato globale della casa editrice.

Non decollano invece gli ebook multimediali o gli ebook che propongono contenuti in più rispetto al cartaceo: soltanto 14.3% dei libri digitali pubblicati è multimediale o presenta contenuti inediti rispetto al corrispettivo cartaceo. Di questi ultimi il 90% è stato pubblicato dai grandi editori.

Nel mercato dei libri elettronici siamo ancora il fanalino di coda, sebbene la richiesta stia crescendo rapidamente.

Cos’è un e-pub

EPub (abbreviazione di “electronic publication”, “pubblicazione elettronica”) è uno standard aperto e specifico per la pubblicazione di ebook, ossia di libri digitali. E’ basato sul linguaggio xml ed è divenuto uno dei formati più diffusi nel mondo dell’editoria digitale.
Il formato epub è stato creato e viene gestito da IDPF, International Digital Publishing Forum, organismo internazionale no-profit al quale collaborano università, centri di ricerca e società che lavorano in ambito sia informatico che editoriale.

Si tratta del più diffuso formato ebook e, come accennavo prima, si è evoluto fino a diventare lo standard per l’editoria digitale.

Il termine è in realtà fuorviante in quanto qualunque tipo di documento si può trasformare in ePub, non solo una pubblicazione.